Title Image

STELLA MARE

Piattaforma di ricerca è di serviziu in ingenieria ecologica marina è liturale

Un ponte trà a scenza, i piscadori, l’acquacultori è l’ambiu.

Situatu à u sudu di Bastia, trà u stagnu di Chjurlinu è u mare Tirreniu, a piattaforma STELLA MARE di l’Università di Corsica è di u CNRS s’nvestisce in u duminiu di l’ingenieria ecologica marina è liturale in u Mediterraniu. Ricerca, trasferimentu di tecnulugie in direzione di i prufessiunali di u mare, sensibilisazione è accumpagnamentu : i centri d’attività di STELLA MARE sò varii quant’elli sò cumplementarii.

ricerca.universita.corsica

Ritruvate tutta l’attualità di a Ricerca di l’Università di Corsica nantu à u purtone dedicatu,

https://ricerca.universita.corsica
stellamare.universita.corsica

In Corsica, nantu à a cumuna di Biguglia,  s’inventanu a pesca è l’acquacultura di dumane in u Maditerraniu. Stu mare agrotta 7,5 % di a fauna marina mundiale, ma l’erusione di a biodiversità ci hè cunsiderata cum’è una di e primure maiò in u mondu. E risolse aliotiche devenu dunque oghjeghjornu esse gestite da patrimoniu preziosu. A spluttera deve esse organizata da permette à tempu a sudisfazione di l’inseme di i bisogni è u rispettu di l’ambiu.

À parte si di issu custattu, l’Università di Corsica Pasquale Paoli hà creatu  STELLA MARE, un’unità qualificata da u CNRS da u 2011. A piattaforma hà cum’è obbiettivu d’arricà suluzione cuncrete à e prublematiche di i prufessiunali di u mare, è di armunizà à tempu a spluttera ottimale è a prutezzione di e risolse naturale marine. Cù l’arnesi di l’ingenieria ecologica, prumove l’acquacultura duratoghja è a pesca rispunsevule in cullaburazione diretta cù i piscadori, acquacultori è gestiunarii di l’ambiu. Inseme, e squatre, trattanu dinù e prublematiche di ristauru di l’ambiu naturale è di prutezzione di a biodiversità.

2300

115

bassins

37

aquariums

Mutà a ricerca in richezza.

Trà e spezie chì anu fattu parte di u prugrammu speziale di ricerca, si trova u zinu cumunu (Paracentrotus lividus), u lupagante (Homarus gammarus), l’ostrice sparta eurupea (Ostrea edulis), u dentice (Dentex dentex) o a lapara gigante (Patella ferruginea). Per ognuna di isse spezie, u travagliu s’articuleghja in giru à dui assi : u studiu ambientale, cù l’analisi di i parametri biotichi, abiotichi è a valutazione di e pruviste, poi u studiu zootecnicu pè a maestria di i prucessi di ripruduzione è d’allevu finu à u stadiu ghjuvenile. L’utilità di issi travagli hè subitu visibile, in u quatru di l’allevu di spezie nove lucale in acquacultura pè a diversificazione di u mercatu economicu, d’una crescita di e pruviste naturale spluttate duve puderanu cuntribuisce à u ristauru ecologicu di l’ambiu marinu nantu à e zone trasplutate arruinate o pè u mantenimentu di a biodiversità pè e spezie patrimuniale in prericulu di sparizione.

L’esempiu d’un’ostrice hè in issu sensu cuncludente : una rimessa in sumenta in ambiu naturale d’ostrice sparte da e squatre scentifiche hè in ballu . St’operazione rispondenu à e prublematiche di u mistieru : si pò fà u custattu d’una murtalità impurtente di a spezia cultivata attualmente da l’ostreicultori (ostrice jappunese cupputa). L’ostrice sparta offre una resistenza più bona, una qualità gustativa più bona dinù è si vende più caru ch’è a so parente nippona : in più di intruduce dinù spezie lucale in u so ambiu naturale, si cerca una nichja ecunomica à valore aghjustatu forte.

Chì, a specificità di STELLA MARE si trova quì : transferisce à i prufessiunali di u mare l’innuvazione tecnologiche svillupate sopr’à locu. Per un dettu, i travagli realizati in u prugramma di ricerca « Mudelisazione cumpurtamentale di e spezie marine » anu permessu d’acquistà cumpetenze nove in u duminiu di l’acquistu di dati è di u seguitu in ambiu naturale in tempu reale, à parte si di a tecnulugia di l’ogetti cunnettati. St’innuvazione tecnologiche (sviluppate è messe in opera à tempu) participeghjanu d’un settotre in pienu sviluppu, dendu in stu modu perspettive di sparghjera, di furmazione è di travagliu impurtente assai.

Labels et partenaires :

Pà ciò chì tocca à

Plateforme STELLA MARESustainable TEchnologies for LittoraL Aquaculture and MArine REsearch

stellamare.universita.corsica

Laburatoriu Scenze Per l’Ambiu
(CNRS / Università di Corsica)

Rispunsevuli

Antoine AIELLO
Sylvia AGOSTINI

 

Cuntattu

Marie-France PIERI
+33 (0)4 95 45 06 97 |  stellamare@univ-corse.fr

Logo de l'Université de Corse
Logo CNRS

Incù u sustegnu finanziariu di :

Logo Collectivité de Corse
Logo Union européenne
Logo République française

En poursuivant votre navigation sur ce site, vous acceptez notre politique de confidentialité et l’utilisation de cookies. En savoir plus et gérer ces paramètres.