L’università di Corsica, una sintinella da surveglià a grippa

Focus

Per via di u prughjettu di ricerca GrippeNet è di a reta Sentinelles, l’Università Pasquale-Paoli s’impegna in a surveglienza di l’epidemia. Un’imbusca maiò in sti tempi ch’ella si sparghje in  l’ambiu isulanu.

 

Trattendu si di a salute publica à i tempi d’oghje hè una di e sfide di primura. Dapoi u 2007 l’Università di Corsica è l’Istitutu naziunale di a salute è di a ricerca medicale (Inserm) travaglianu in cumunu per via di a reta Sentinelles da surveglià a grippa in Corsica. Messu in ballu à u livellu naziunale in u 1984, s’arremba stu dispusitivu à una reta di circa 1300 duttori generalisti à u livellu di a Francia – frà i quali una sessantina in Corsica – per osservà indicatori di salute cù a racolta è l’analisi di dati epidemiologichi. U scopu : « cunnosce megliu è seguità di manera più precisa a dinamica di l’epidemie è di e patulugie per prevene megliu a populazione, l’ospidali è i prufessiunali di a salute », spieca Alessandra Falchi. Direttrice di a squadra Bioscope Mediterraniu di l’Università di Corsica, sta biolugista medicale analizeghja dapoi u 2014, in punta di una squadra di cinque ingenieri di studii è di cercadori, una seria di fattori epidemiologichi chì toccanu à a populazione isulana.

 

Da riesce ci, sò racolti ottu indicatori d’infezzione : i sindromi grippali, e diarrie, a varicella, l’uretrita maschile, l’arichjoni, u zonà, a tossa canica è l’infezzione respiratorie acute. « Permette sta surveglienza di rimarcà, di prevene prestu è di prevede l’affaccata di epidemie naziunale o regiunale », preciseghja Alessandra Falchi. Un’imbusca maiò, soprattuttu in sti tempi chì l’epidemia si sparghje in l’ambiu isulanu cù un numeru di persone tocche sempre di più impurtante ogni annu « apprufittendu di una populazione isulana anziana è di fatti di più sposta à sti fenomeni », accerta a biolugista.

 

 

À u livellu naziunale, cuntinueghja a grippa à tuccà in primu locu e persone e più debbule. Hè cusì chì i più di 75 anni raprisentanu più di 90 % di i 14 000 morti mentre l’invernu di u 2017.

Da pudè accresce l’efficacità di a reta di surveglienza inde l’isula, l’Università di Corsica hè dinù impegnata in u prugramma GrippeNet. Messu in ballu in u 2012, stu studiu lanciatu cù l’Inserm hà per scopu di racoglie i dati epidemiologichi nant’à i sindromi grippali direttamente cù a populazione. In linea, stu dispusitivu, cumplementariu di a reta Sentinelles, permette à l’internoti di participà per via di un quistiunariu à a surveglienza di a grippa di manera anonima è vulintaria, qualessa sia a so età, naziunalità o statu di salute.

 

Racolti di manera larga, i dati sò utilizati per a ricerca da capisce megliu a grippa : studià i fattori à risichi in leia cù a malatia, a so diffusione massiccia à u livellu europeu, l’impattu di a vaccinazione o puru per cunnosce u cumpurtamentu di a populazione di pettu à a malatia, soprattuttu u ricorsu à u curamentu. Ma al di là di quessa, GrippeNet vole esse soprattuttu l’ultimu anellu di a catena per permette di avvinghje l’epidemia : cumplettendu i sistemi di surveglienza tradiziunali di a grippa, permette di vede a so evuluzione analizendu i dati subitu subitu per seguità in tempu reale l’epidemia, circhendu à fà da leia trà u preventivu è u curativu. Un’altra imbusca maiò per a salute publica : d’appressu à i dati di u situ GrippeNet.fr, mentre l’invernu di u 2017 solu 37 % di i participanti prisentendu un sindromu grippale anu cunsultatu un duttore.

  • Alessandra FALCHI
    Alessandra FALCHI
    Equipe d'accueil Bioscope Corse Méditerranée
Alessandra FALCHI
Equipe d'accueil Bioscope Corse Méditerranée

Alessandra FALCHI est directrice de l’Equipe d’accueil Bioscope Corse Méditerranée, Dynamique des infections en milieu insulaire.