Acquacultura : l’Università di Corsica / CNRS è l’acquacultori corsi facenu a scumessa di a qualità

Focus

Dapoi u 2004, si sò assuciati l’Università di Corsica è u CNRS à u sindicatu di l’acquacultori di Corsica, Mare & Stagni per mette in ballu attività di ricerca in giru à a qualità di u pesciu. U scopu : accumpagnà i prufeziunali inde a so dimarchja di qualità è per a gestione di e so pruviste.

 

 

Ùn pate nisunu cuntrastu u custattu. Essendu à l’origine di guasi 53 % di a pruduzzione di pesci inde u mondu sanu, hà sempre l’acquacultura una piazza di prima trinca inde i nostri piatti, secondu u raportu annincu di l’agenzia di e Nazione unite per l’alimentazione è l’agricultura (FOA) stabilitu di 2018. S’ellu hà cunnisciutu stu settore d’attività una crescita impurtante longu à u mondu, in Corsica l’allevu di i pesci hà dinù u ventu in poppa dapoi parechji anni. Hè d’altronde l’isula a prima regione francese per a pruduzzione di pesci maiò, è raprisenta l’acquacultura a seconda attività di spurtazione di Corsica dopu à a viticultura. Di manera più precisa, hè spurtatu circa 80 % di u vulumu pruduttu inde l’acqua isulana ver’di u Cuntinente è u restu di l’Europa.

 

Hè inde stu cuntestu chì u sindicatu di l’acquacultori di l’isula, Mare & Stagni, s’hè assuciatu à l’Università di Corsica è u CNRS, cù i laboratorii Scenze per l’Ambiu è STELLA MARE. Travaglia, d’una banda, cù u Laburatoriu STELLA MARE per prumove un’acquacultura duraticcia è per studià e pussibilità di valurizà è di avè una pruduzzione più diversa di e spezie di u liturale corsu (denti, ostrice…). Da l’altra banda, dapoi u 2004 u laburatoriu Scenze per l’Ambiu face studii regulari in giru à a qualità di trè spezie di pesci – u bocca d’oru, a laurata è a ragnola – per via di prilevamenti inde tutte e tenute acquacule di Corsica.

 

Inde u quadru di stu seguitu, iniziatu d’invernu 2018, hè analizata ogni stagione una decina di pesci d’ogni spezia inde ogni tenuta, vale à dì circa 500 pesci à l’annu. U scopu : studià i parasiti di i pesci, analizà u so tassulu di prisenza è l’apparizione, s’ella ci hè, di patogeni novi. « U fattu di truvà una quantità debbule di parasiti nant’à un pesciu hè un affare nurmale, pò dinù fà d’ostaculu à d’altri parasiti è ùn prisenta nisunu risicu per a cunsumazione di i prudutti, preciseghja Yann Quilichini, ingeniere di ricerca à u laburatoriu Scenze per l’Ambiu. U nostru scopu hè di megliurà a cunniscenza di sti parasiti, di surveglià a so evuluzione è di permette à l’acquacultori di prutege si di pettu à i risichi di pruliferazione eccessiva, tenendu à mente una cunniscenza fine di i tassuli d’infestazione chì sò accettevuli ».

 

Detta altrimente, un rollu di sintinella chì permette dinù à i scentifichi di l’Università di Corsica è di u CNRS di sfruttà i dati racolti per e so ricerche, è di capisce megliu a dinamica di sti parasiti inde un ambiu cunfinatu. Da stu puntu di vista, sò stati messi in risaltu dui risichi maiò da i cercadori di l’Università di Corsica è di u CNRS : a sopra-infestazione di i parasiti in leia cù e cundizione climatiche, u calore chì pò avè un effettu nant’à a timperatura è a qualità di l’acqua, è l’affaccà di patogeni novi in leia cù u trasferimentu di parasiti à parte si da a fauna salvatica chì campa in giru à e gabbie d’allevu.

« Per l’acquacultori, stu travagliu di capiscitura hè un arnese di gestione chì permette di megliurà a so pruduzzione, spieca Laetitia Masala-Antonelli, in carica di l’animazione di u sindicatu Mare & Stagni è maestra di cunferenza assuciata in biolugia è eculugia à l’Università di Corsica. Li arreca una cunniscenza in più chì li permette di prutege si di i trattamenti preventivi di i pesci ».

 

Un vantaghju di prima trinca per i prufeziunali isulani di l’allevu. D’altronde, anu dinù cuntribuitu st’arnesi di gestione à sustene a dimarchja di qualità inde a quale si hè impegnatu Mare & Stagni dapoi parechji anni. Li hà permessu d’altronde di buscà si in u 2011 un « labellu rossu » per a qualità di trè spezie di pesciu, u bocca d’oru, a laurata è a ragnola.

Di fatti, impone a cartula di qualità di ùn fà trattamenti antibiotichi nant’à i pesci. Una regula ch’elli anu appiecatu propiu i pruduttori certificati da u labellu rossu, sperendu di accresce a qualità di i so prudutti per vede più luntanu. Dopu à avè si pigliatu u « labbellu rossu », cerca avà u sindicatu di l’acquacultori à alzà a pruduzzione isulana di u pesciu d’allevu à un livellu d’eccellenza buschendu si u certificatu d’Indicazione geugrafica prutetta (IGP) toccu a fine di u 2019.

 

Crédits photos :
Microscopie : Yann Quilichini / Université de Corse – CNRS
Laboratoire : Raphaël Poletti / Université de Corse
Sant’amanza : Mare è stagni

Laboratoriu Scienze per l'Ambiu

Attualità di u laboratoriu

Sindicatu di l'acquacultori di Corsica

Mare è Stagni