Presentazione & dati chiave

L’Università di Corsica Pasquale Paoli :
Ancorata al territorio, aperta sul mondo.

Fondata nel 1765 e riaperta nel 1981, l’Università di Corsica Pasquale Paoli è fra le 71 università francesi. Struttura di formazione e di ricerca risolutamente ancorata al territorio, è a contatto diretto con le grandi problematiche locali e internazionali.

Pluridisciplinare, l’Università di Corsica Pasquale Paoli propone più di 100 diplomi dal livello equivalente al diploma di maturità al dottorato, rilasciati da 8 facoltà, istituti e scuole. L’interesse costante per l’inserimento professionale dei suoi 4 600 studenti universitari poggia su formazioni ad alto contenuto professionalizzante, in fase con le grandi problematiche di sviluppo del suo territorio.

Fortemente impegnata verso l’internazionale, l’Università di Corsica esorta i suoi studenti a sviluppare una vera e propria cultura della mobilità. Propone anche un’offerta culturale e sportiva molto variegata. Le iniziative personali o associative sono anche favorite e valorizzate.

L’Università di Corsica dispone di mezzi materiali e umani per assicurare agli studenti le migliori condizioni possibili di formazione, inserimento e sviluppo personale.

L’identità scientifica dell’Università di Corsica si articola intorno a 8 progetti strutturali pluridisciplinari con il marchio CNRS. Ogni progetto lega ricerca fondamentale e ricerca applicata in una prospettiva di sviluppo territoriale e porta a realizzazioni concrete ad alto valore aggiunto.

L’Università di Corsica aspira a sostenere fortemente alcuni campi scientifici che rispondono alle problematiche legate allo sviluppo sostenibile e all’ambiente. L’Università di Corsica è anche dotata di strutture di ricerca specializzate nei campi delle scienze giuridiche e della Sanità. L’Università di Corsica si impegna a adempiere la sua missione di valorizzazione e di trasferimento delle proprie attività di ricerca verso la società con le quattro piattaforme dedicate alla ricerca e allo sviluppo, due nelle tematiche delle scienze e tecniche, e due nel campo delle scienze umane e sociali.

Creata nel 2008, la Federazione di Ricerca “Ambiente e Società” (CNRS / INRA / Université de Corse) traduce la volontà da parte dell’Università di Corsica di sviluppare ricerche interdisciplinari, fonti d’innovazione alle frontiere con i campi scientifici. L’Università di Corsica organizza o accoglie anche durante tutto l’anno incontri internazionali ed è coinvolta in alcuni grandi network come, per esempio, all’Istituto di Studi Scientifici a Cargese (Université de Corse / CNRS / Université Nice Sophia Antipolis).

L’Università di Corsica si impegna fortemente nello sviluppo socio-economico del suo territorio. È un punto strategico dell’Università.

Ciò si traduce in uno sviluppo di piattaforme tecnologiche legate agli ambienti professionali (STELLA MARE ad esempio, i cui obiettivi scientifici sono strettamente correlati agli obiettivi economici degli acquicoltori e pescatori insulari) o nell’apertura di un Fab Lab destinato a facilitare, grazie agli strumenti digitali, la produzione economica, in particolare nel campo dell’artigianato.

Il rafforzamento dei legami con il mondo socio-professionale si ritrova pure nell’offerta formativa, l’azione della Fondazione dell’Università, la creazione di servizi dedicati all’inserimento professionale degli studenti o nello sviluppo di uno spirito imprenditoriale lungo il percorso universitario.

Rispetto ai valori che coltiva, particolarmente la prossimità tra gli attori e l’attaccamento ad uno spirito pioniere, l’Università di Corsica articola gli uomini e le competenze, la pratica e la teoria, le risorse e il progetto. Addossata a convinzioni profonde, estende la sua eredità storica e geografica sempre al servizio del Sapere, della Gioventù e della Corsica.

L'UNIVERSITÀ
1765

Fondazione da Paoli

1981

Riapertura

Paul-Marie Romani

Paul-Marie ROMANI, Rettore dell’Università di Corsica

4

siti a Corte, Ajaccio, Bastia, Cargèse

50000

m² di patrimonio edilizio

E ANCHE. 1 fondazione universitaria. 370 docenti e ricercatori. 600 intervenienti professionisti per la formazione. 220 personali amministrativi.

STUDIARE
4600

studenti

fra i quali :

300 studenti internazionali
che rappresentano 60 nazionalità

315 studenti in alternanza

100

formazioni

dalla Maturità fino al Dottorato, intorno a 4 grandi campi fondamentali : Arti, Lettere, Lingue ; Giurisprudenza-Legge, Economia, Gestione ; Scienze Umanistiche e Sociali ; Scienze, Tecnologie, Sanità, STAPS

Consulta tutta l’offerta formativa

84%

Inserimento professionale

L’84% dei laureati del Master (laurea magistrale) trova un impiego ! Il 73,8% dei laureati del Master 2013 ha un lavoro perenne.

Consulta l’inchiesta completa

E ANCHE. 5 anfiteatri, 120 aule didattiche, 20 aule multimediali. 25 concerti e opere teatrali ogni anno e 20 seminari culturali settimanali. 30 attività sportive alla settimana. 500 offerte di lavoro e tirocini ogni anno.

RICERCA

8 progetti strutturanti di ricerca.

Definiscono l’identità scientifica dell’Università di Corsica e sono garantiti al più alto livello dal CNRS :
  • Dinamiche dei territori e sviluppo sostenibile
  • Identità, culture: i processi di patrimonializzazione
  • Campi onde matematica e applicazioni
  • Energie rinnovabili
  • Incendi
  • Gestione e valorizzazione delle acque nel Mediterraneo
  • Risorse naturali
  • Simulazione Informatica e Sistemi Ubiquitari

Piattaforme guide del trasferimento di tecnologia.

  • MYRTE
    PAGLIA ORBA

    Piattaforme energetiche
  • STELLA MARE

    Piattaforme alieutiche
  • LOCUS

    Piattaforme geomatiche
  • M3C

    Mediateca Culturale della Corsica e dei Corsi

E ANCHE. 6 unità di ricerca. 150 dottoranti all’anno fra cui il 20% di studenti internazionali. + 100 manifestazioni scientifiche. 3 cattedre Fondazione/Laboratorio LISA. 1 cattedra mista con l’Inserm.

INTERNAZIONALE

Partner di formazione e di ricerca ovunque nel mondo.

Particolarmente impegnata all’internazionale, l’Università di Corsica è legata ad oltre 100 istituzioni grazie a programmi di scambio, e fa parte di un’Associazione di Ricerca e Cooperazione Euro-Mediterraneo a fianco alle università francesi di Nice Sophia Antipolis, Paris VI, Toulon, e alle università italiane di Pisa, Genova e Torino. Ha ugualmente creato il RETI, una rete che riunisce 27 università insulari attraverso il mondo.